giovedì 20 luglio 2006

Una giornata al mare

Cinque anni fa a quest'ora probabilmente c'era il sole. Io, cinque anni fa, domani sono andato a Genova. E mi ricordo che a quest'ora c'era il sole. E il sole faceva rumore, lo stesso rumore che fa l'elicottero quando splende a luglio a mezzogiorno. Energicamente un braccio ha incrociato il mio, quello destro, quello sinistro il destro di qualcun'altro e dovevamo camminare così. Perchè oggi a quest'ora i provocatori di fumo si erano infiltrati nei cortei pacifici ed avevano portato le bufere. E dalle bufere ci si ripara con il casco che i minatori di S.Giusto gettano dalla sopraelevata, e con gli occhiali dei saldatori, e con il limone sotto gli occhi.
E non era per colpa del mare mosso che quella era una zona rossa, e i camerieri hanno sparecchiato le tavole per otto giorni di seguito. E per terra c'erano vetri dappertutto perchè gli ospiti, credendo che fosse soda, avevano provato a brindare con gli idranti.
.
.
( )( )( )

4 commenti:

lunanuova ha detto...

senza parole. bellissimo, conrad.

Giù_lunanuova

Conrad ha detto...

Grazie Giù_lunanuova

el Niño ha detto...

qualsiasi commento risulterebbe banale a confronto... uau.

Conrad ha detto...

hola nino!
a presto

PS: ma come si fa la enne col ciuffo?