mercoledì 15 aprile 2009

Refresh spa

La parte morbida del letto ha creato la bassa pressione che serviva, che mancava all'ospite vivo per cascarci sopra. E si è portato il cuscino, e si è portato la radiolina con le notizie dentro, e si è portato il trenino di ferro battuto dalla macchina dei soccorsi con le catenine dentro. E ha chiuso gli occhi per paura della polvere e della mancanza di contatti con un'altra forma di carne qualsiasi, di cornea qualsiasi, per paura della mancanza di nomi da chiamare una volta arrivati giù in fondo.
E laggiù di interessante c'è il proprio respiro.
.
.
( )( )( )

2 commenti:

Rikk ha detto...

mi piace molto il tuo stile, vieni a fare un giro sul mio blog!
ciao
RK

Conrad ha detto...

lo farei volentieri però non riesco a vedere il link al tuo blog.
Come si chiama?